Francesco Medda
 
 
Home Biografia Photo Gallery News Media Link
 

Francesco Medda ha iniziato la sua educazione musicale fin da bambino, applicandosi allo studio di diversi strumenti: fisarmonica, pianoforte e chitarra.
Ha studiato canto al conservatorio L. Cherubini di Firenze ,nella classe della Signora Vera Magrini.
E' diplomato all'accademia Giuseppe Verdi di Parma.
Ha vinto diversi concorsi tra cui il Concorso “Giuseppe Di Stefano”, il Concorso Internazionale del Teatro Comunale di Modena e si è aggiudicato la borsa di studio internazionale degli ”Amici del loggione della Scala”.
Ha studiato inoltre con Franco Corelli, Gianni Raimondi e Carlo Bergonzi.
Giovanissimo, ha iniziato a calcare le scene come attore nella compagnia Akròama e per le celebrazioni verdiane al TeatroVerdi di Busseto ha recitato al fianco di Stefania Rocca in Verdi, merli e cucù di G. Marchesi, per la regia di Francesco Barilli.
Ha debuttato nel 2006 come Cavaradossi nella Tosca di G. Puccini al Festival Internazionale di San Marino. Poco dopo ha interpretato l'Otello verdiano al Teatro Magnani di Fidenza, con l' Orchestra e il Coro del Teatro Regio di Parma diretti dal M° Rabaglia per la regia di Riccardo Canessa.
Sulla scia del successo ottenuto, il M° Rabaglia lo invita nella sua Tosca di G. Puccini nel ruolo di Cavaradossi in una tournée in Russia, che tocca Perm, Ekaterimburg e Chelyabinsk, a fianco del soprano Maria Pia Jonata, al baritono Boris Statsenko e al basso Luigi Roni.
Successivamente veste i panni di Manrico ne Il trovatore di G. Verdi a Lecco cui fa seguito una lunga tournée in Spagna (Madrid, Alicante, Murcia, Saragoza, Toledo).
Goriza debutta come Pinkerton nella Madama Butterfly di G. Puccini, che interpreterà ancora a Bergamo e a Torino.
Al Teatro Regio di Torino è Manrico ne Il trovatore di G. Verdi, diretto dal M° Claudio Morbo.
Per il Festival “Molise all'Opera” è ancora Cavaradossi in Tosca di G. Puccini, al fianco di Barry Anderson e Marina Fratarcangeli nel ruolo della protagonista, cantando a Campobasso e a Termoli.
Interpreta poi Don Alvaro ne La forza del destino di G. Verdi a Vercelli ed a Bergamo sotto la bacchetta del M° P. Mazzae.
Nel 2008 debutta il ruolo di Calaf in Turandot di G. Puccini a Fidenza e a Carpi; questa splendida edizione curata da Paolo Panizza riceve critiche entusiastiche da parte del pubblico e dei giornali specialistici.
Nell'estate del 2008 debutta Don Josè in Carmen di G. Bizet cantando in numerose città italiane e concludendo la tournée con le recite del Festival Internazionale di San Gimignano.
A Carpi viene nuovamente invitato per interpretare il ruolo di Canio ne I Pagliacci di R. Leoncavallo con la regia di Riccardo Canessa e la direzione del M° Marco Dall’Ara e ha interpretato il ruolo di Manrico nel Trovatore di G. Verdi.
Successivamente è stato Canio nei I Pagliacci di R. Leoncavallo al Teatro Lirico di Magenta e Turiddu nella Cavalleria rusticana di P. Mascagni.
E' cantato Turiddu nella Cavalleria Rusticana di P. Mascagni, diretto dal M° Roberto Gianola.
é stato ancora Don Josè in Carmen con Yaroslava Kozina e Carla Dirlikov in Olanda e in Belgio.
Ancora Cavaradossi a Torino diretto da Claudio Morbo e ancora Otello a Prato con Irene Cerboncini e a Bergamo.
Attivo anche in ambito concertistico: segnaliamo il recital Plaisir d’Amour, con la Piccola Orchestra Italiana e la partecipazione delle attrici Angela Ricciardi e Elisa Panfili.
Dietro invito della signora Nandi Ostali, ha preso parte al Festival Umberto Giordano a Baveno, insieme al soprano Irene Cerboncini. Il duo ha proposto arie e duetti tratte dalla Siberia, La cena delle beffe e la Madame Sans-Gêne, con la direzione del M° Francesco Maria Colombo.
Collabora con l'Orchestra Filarmonica Italiana di Piacenza, e ogni anno è invitato per il Concerto di Chiaravalle della Colomba, ripreso e trasmesso per diverse televisioni. Quest'anno con il soprano Dimitra Theodossiu e il basso Riccardo Zanellato.
Ha lavorato con importanti direttori come Chailly, De Bernardt, Bonynge, Gandolfi, Bellugi, e registi come Zeffirelli, Van Hoecke, Crivelli, De Tomasi, Colonnello.

Biography

Francesco Medda started studying music as a young boy, dedicating his time to learning a range of different instruments such as the accordion, the piano and the guitar.
He took voice lessons al the Luigi Cherubini Conservatory in Florence, a pupil of Vera Magrini. He graduated at the “Giuseppe Verdi Academy” in Parma.
He has won numerous competitions, such as the “Giuseppe Di Stefano Contest” and the “International Modena Municipal Theatre Competition”, and also received an international scholarship with the “Amici del loggione della Scala” association.
Furthermore, Francesco studied alongside Franco Corelli, Gianni Raimondi and Carlo Bergonzi. At a very young age, he began exploring the acting scene whilst working with the Akròama Company, and also found himself reciting by Stefania Rocca’s side in “Verdi, merli e cucù” - directed by Francesco Barilli - whilst participating in celebrations organized by the “Verdi Theatre” in Busseto.
In 2006, he debuted as Cavaradossi in Giacomo Puccini’s “Tosca” at the International Festival of San Marino. Not long after, he took on the role of Verdi’s “Othello” at the Fidenza Magnani Theatre, singing with the Regio Theatre of Parma’s orchestra and choir, directed by Riccardo Canessa. Travelling aboard the wake of success obtained, Maestro Rabaglia invited him to take part in his very own “Tosca” (Giacomo Puccini), filling the role of Cavaradossi in his Russian tour, with stops at Perm, Ekaterimburg and Chelyabinsk.
He found himself working alongside the soprano Maria Pia Jonata, the baritone Boris Statsenko and the bass Luigi Roni. Subsequently, in Lecco, he filled the role of Manrico in Giuseppe Verdi’s “Il Trovatore”, consequently sparking a long tour in Spain (Madrid, Alicante, Murcia, Saragoza and Toledo).
In Goriza, Francesco debuted as Pinkerton in Giacomo Puccini’s “Madame Butterfly”, a role which he will again fill in Bergamo and Turin.
At Turin’s Theatre he played Manrico in Giuseppe Verdi’s “Il Trovatore”, directed by Maestro Claudio Morbo. For the “Molise all’Opera” Festival he found himself once again filling the role of Cavaradossi in Giacomo Puccini’s “Tosca”, alongside Barry Anderson and Marina Frataracangeli in the role of the protagonist, singing in Campobasso and in Termoli.
He then played Don Alvaro in “La Forza del Destino” by Giuseppe Verdi in Vercelli and in Bergamo, conducted by Maestro Mazzae.
In 2008 he debuted as Calaf in Giacomo Puccini’s “Turandot” in Fidenza and in Carpi; this splendid edition, administered by Paolo Panizza, received enthusiastic reviews from the public and specialized newspapers. In the summer of the year 2008, Francesco debuted as Don José in Georges Bizet’s “Carmen”, singing in numerous Italian cities and ending the tour with performances in Sam Gimignano’s International Festival.
In Carpi, he was invited once again to play the role of Canio in “I Pagliacci di R. Leoncavallo”, directed by Riccardo Canessa and conducted by Maestro Marco Dall’Ara, and also recited as Manrico in “Il Trovatore” by Giuseppe Verdi. Subsequently, he was Canio once again in “I Pagliacci di R. Leaoncavallo” at the Lyricial Theatre of Magenta, and Turiddu in the “Cavalleria Rusticana” by Pietro Mascagni. He recently appeared as Turiddu in the “Cavalleria Rusticana” by Pietro Mascagni at the Cagnoni Theatre in Vigevano, conducted by Maestro Roberto Gianola.
Francesco Medda is also active in the concert circle: we would like to highlight his recital “Plaisir d’Amour” with the collaboration of the “Piccola Orchestra Italiana” and the participation of the actresses Angela Ricciardi and Elisa Panfili.
Invited by Nandi Ostali, Francesco took part in the “Umberto Giordano Festival” in Baveno, along with the soprano Irene Cerboncini. The duo performed airs and duets taken from “Siberia”, “La Cena delle Beffe” and “Madame Sans-Gêne”, conducted by Maestro Francesco Maria Colombo.
He collaborated with the “Orchestra Filarmonica Italiana” in Piacenza, and every year he is invited to take part in the “Concerto di Chiaravalle della Colomba”, filmed and transmitted on a number of television channels. This year he worked alongside the soprano Dimitra Theodossiu and the bass Riccado Zanellato.
He has worked for eminent conductors such as Chailly, De Bernardt, Bonynge, Gandolfi, Bellugi and directors such as Zeffirelli, Van Hoecke, Crivelli, De Tomasi and Colonello.

Repertorio

OTELLO Otello
PAGLIACCI Canio
IL TROVATORE Manrico
CAVALLERIA RUSTICANA Turiddu
TOSCA Cavaradossi
MADAMA BUTTERFLY Pinkerton
CARMEN Don Josè
TURANDOT Calaf
LA FORZA DEL DESTINO Don Alvaro
IL TABARRO Luigi
MANON LESCAUT Des Grieux
ANDREA CHENIER Chenier
SAMSON ET DALILA Samson
AIDA Radames
LA FANCIULLA DEL WEST Dick Johnson (Ramerrez)

 

 

<>

Contatti: E-Mail Francesco Medda